Viaggiare: cosa ci propone il 2018? Ecco le 10 novità più belle

Quando decidiamo di compiere un viaggio , cos’è che  davvero ci fa scegliere la destinazione?  Qual è il fattore cruciale? Viaggiamo per inseguire i nostri sogni? Le nostre passioni? La curiosità?o siamo mossi,più semplicemente,  dalla voglia di evadere dalla realtà?

Questo è uno degli interrogativi nascosto nelle menti dei redattori di “Best in Travel 2018”di Lonely Planet.

Non  si tratta di una “bibbia”, ma piuttosto un bel libretto (ben 208 pagine) ricco di idee e di spunti stravaganti per chi ama viaggiare e per tutti coloro che hanno voglia di scoprire, di curiosare.

Un estratto del libro , intitolato, “Le novità più belle”, colpisce particolarmente l’attenzione: Ve,infatti,  le 10 “cose più notevoli” che secondo i redattori del volume, il prossimo anno riserverà ai viaggiatori.Ecco la classifica:

Al primo posto c’è il nuovo volo che dall’Argentina permetterà di sbarcare in Antartide. Impiegherà solamente 90 minuti e permetterà di evitare l’inevitabile mal di mare da Capo Horn e dintorni. La compagnia aerea LADE aprirà, infatti, voli commerciali da Ushuaia alla base Marambio, che sarà attrezzata per accogliere i turisti.

Il secondo posto è preso da un’altra avventura tra mare e terra davvero esclusiva:un viaggio di otto giorni da Terranova con immersione in sommergibile a 4mila metri di profondità per esplorare il relitto del Titanic. I posti, ovviamente, sono limitatissimi.

Sul terzo posto del podio troviamo il “turismo ninja in Giappone”: tour organizzati tra luoghi sacri e scuole di questa disciplina e ninja academy per potersi diplomare.

L’Atelier des Lumieres (credits Culture spaces DR)

Scendendo dal podio, tocca dare spazio a quattro capitali del turismo globale. A Parigi in aprile verrà inaugurato l’atelier des Lumières, 2mila mq in una ex fonderia in cui ogni anno verrà dato l’accesso a una mostra immersiva nelle opere di un grande artista.

A New York , in autunno, sembrerà, invece, di entrare dentro un’opera di Escher. Verrà,infatti, aperta al pubblico Vessel, un’installazione in rame alta 45 metri formata da 154 rampe di scale inanellate per uno sviluppo di oltre un chilometro e mezzo. Si troverà a Hudson Yards.

The Vessel (credits: Forbes Massie-Heatherwick Studio)

A Londra aprirà una sede staccata della famosa Science Gallery di Dublino e proprio qui, nella capitale Irlandese, l’autunno 2018 vedrà una novità importante per tutti gli appassionati di letteratura: si tratta dell’Ulysses Centre, naturalmente dedicato a Joyce ma dotato delle più moderne tecnologie per permettere di compiere un viaggio in tutta la letteratura dell’isola di smeraldo.

Dalla letteratura, si passa al cinema in quel di Nashville, Tennessee, Usa.  Si sta, infatti, allestendo un mini parco a tema che riprodurrà un drive in sotto le stelle. Verrà data la possibilità di sedersi in un’auto anni Sessanta e ci si godrà un film con la possibilità di interagire anche con attori in carne e ossa.

Tornando a parlare di voli, il 2018 promette un’altra novità:  è il nuovo volo Londra – Perth proposto da Qantas e che sarà disponibile da marzo. Sarà uno dei più lunghi del mondo , con la durata di ben 17 ore e il primo a collegare direttamente i due continenti Australia ed Europa.

Perth (credits: Rob Bayer – Shutterstock)

Per concludere, il 2018 ci regalerà  anche una novità tutta italiana. Alle Bahamas, infatti, la Ocean Cay Marine Reserve è un sito industriale  che MSC ha trasformato in riserva marina e isola privata. I passeggeri delle navi della compagnia avranno la possibilità di godere delle bellezze e dei servizi dell’isola in un mix fantastico tra natura e tecnologie digitali.

 

Biglietti aerei: da cosa dipende il prezzo?

Biglietti aerei: alcune volte è possibile trovare biglietti aerei a prezzi super vantaggiosi che però, a distanza di qualche ora, inspiegabilmente subiscono delle impennate. Da cosa dipende questo sbalzo di prezzo? E’ possibile che l’unica variabile sia il tempo?

Poniamo il caso che l’intenzione sia quella di concedersi una pausa a New York. Partenza il 6 novembre con ritorno otto giorni dopo: l’app sul cellulare calcola 382 euro, tasse incluse, ci troviamo fermi sulla metropolitana in una zona periferica di Milano. Pochi minuti dopo si tenta l’acquisto, stavolta dal computer di lavoro, in pieno centro: il prezzo per lo stesso volo e la stessa classe è di 421 euro.
Verrebbe da pensare che intanto qualcun altro ha prenotato il biglietto, riducendo i sedili liberi a disposizione e dunque incrementando il valore dei biglietti aerei successivi, ma la verità è che l’algoritmo del vettore ha fatto un’analisi molto più tecnica e sofisticata: ha notato, infatti, che il viaggiatore, una volta davanti alla scrivania nell’ orario di lavoro, si trova in un’area dove il reddito medio è elevato, ovvero il centro città, quindi magari la trasferta è per motivi professionali e a pagare sarebbe l’azienda.
L’ambito di cui si sta parlando viene definito «Airline Revenue Management», vale a dire, “dimmi dove ti colleghi, quando e con quale dispositivo così potrò stabilire il prezzo massimo che riesco a farti pagare”. Il tutto è reso possibile grazie ai big data, ovvero l’insieme di informazioni digitali raccolte da ogni tipo di fonte possibile e incrociati tra loro.
Rafi Mohammed, noto consulente sulle strategie di prezzo, nell’ ultimo numero della rivista Harvard Business commenta dicendo che tale algoritmo può essere visto come la versione moderna del rivenditore di auto: Se a quelli bravi bastano osservare con un semplice sguardo l’abbigliamento del cliente e porgli qualche domanda sulla residenza e sulla professione per intuire quale cifra può spendere al massimo per un veicolo, allo stesso modo funzionano anche gli algoritmi elaborati per conto di alcune compagnie aeree e motori di ricerca dei viaggi.
Mohammed ha raccontato di come la discriminazione tariffaria abbia colpito anche lui. Usando, infatti l’applicazione di Orbitz per un pacchetto vacanza nella Grande Mela, veniva fornito un prezzo, ma quando si decideva di acquistarlo da un computer, la cifra era più alta del 6,5%.
La società ha spiegato che tale variazione dipenderebbe dalla fluttuazione tipica della domanda e della risposta. Di contro viene ribattuto che, a parità di servizio, a certi utenti vengono mostrati prezzi diversi dagli altri. Naturalmente piccoli e grandi vettori smentiscono in maniera ufficiale, ma ufficiosamente diversi di loro decidono i prezzi usando i big data per massimizzare i profitti all’interno di una stessa classe di volo. In una Economy è possibile trovare fino a quindici diverse fasce di prezzo. Così il viaggio da Milano a New York, a parità di sedile, può costare 300 o 900 euro.
Ma come funziona l’algoritmo per il calcolo dei prezzi dei biglietti aerei?
Innanzitutto la variabile più importante da considerare è la geolocalizzazione. L’algoritmo riesce a localizzare l’utente incrociando i dati del suo posizionamento, in centro o in periferia, in città o in campagna, al Nord o al Sud con le fasce di reddito relative di ogni area.
Il dispositivo elettronico utilizzato è un’altra variabile rilevante: su tablet e smartphone infatti compare un prezzo diverso, di solito più elevato, a parità di località, rispetto al computer.
Sul costo finale, influisce anche il sistema operativo utilizzato: iOs, di Apple, è considerato fascia medio-alta a differenza di Android, che verrebbe utilizzato di più da chi ha una capacità di spesa inferiore.
Infine c’è la questione tempo. Le prenotazioni nei primi cinque giorni della settimana hanno generalmente tariffe più elevate: l’algoritmo ipotizza si tratti di viaggi di lavoro. Da venerdì a domenica il discorso si capovolge e la sera la media si abbassa: l’incrocio dei big data immagina che si tratti di un viaggio di piacere o di un’esigenza familiare.
A questo punto viene da chiedersi se questa personalizzazione dei prezzi sia etica o se, come afferma Mohammed, senza volerlo provochi dei risultati ingiusti.

biglietti aerei

Continua a seguirci sul nostro blog!

Volare negli Stati Uniti: ecco cosa cambia

Dal 26 ottobre sono cambiate le regole per volare negli Stati Uniti: ecco quali sono tutte le cose da sapere prima di un viaggio in aereo verso gli USA.

Per viaggiare negli Stati Uniti sono state elaborate alcuni procedimenti di sicurezza ancora più rigorosi. Dal 26 ottobre 2017, infatti, entrano in funzione le disposizioni richieste dall’amministrazione Trump, che richiedono controlli ancora più inflessibili in aereoporto. La nota positiva è quella della sospensione dell’electronic ban, ovvero il divieto di trasportare con sé in aereo dispositivi elettronici che siano più grandi di uno smartphone – solo per alcuni voli in partenza dal Medio Oriente e dall’Africa-.

Oggi, con queste nuove norme, tutti coloro i quali vorranno volare negli Stati Uniti, al check in, ai controlli di sicurezza o al gate si dovrà rispondere ad un’intervista per spiegare i motivi del viaggio.

Secondo le stime del Dipartimento Americano dei Trasporti, questi nuovi procedimenti interesseranno ogni giorno circa 325 mila passeggeri, 2 mila linee commerciali, 280 scali e 105 Paesi. Un impegno grande per le compagnie aeree, che per adattarsi a tutte le nuove prescrizioni hanno avuto a disposizione 120 giorni, il cui termine è stato appunto il 26 ottobre.

volare negli stati uniti

 

Le compagnie aeree interessate, come Lufthansa, Emirates, Air France, Cathay Pacific e Norwegian Air, hanno già iniziato ad effettuare le interviste – ponendo domande sulle motivazioni del viaggio, sui precedenti viaggi  o sull’indirizzo di domicilio degli Stati Uniti – e ad inviare sms ai passeggeri per esortarli, considerando la situazione, di recarsi in aeroporto con largo anticipo! Alcuni hanno accolto in maniera positiva le nuove normative, altri lamentano la complessità che interesserenno le procedure di viaggio.

Volare negli Stati Uniti sta diventando sempre più difficile!

Continua a seguirci sul nostro blog e consulta il nostro sito per conoscere tutti i servizi di spedizione di effetti personali, di attrezzature professionali, sportive e per eventi!

Viaggiare in autunno: 10 mete da non perdere!

Viaggiare in autunno è una fortuna non accessibile a tutti dato che non sempre si ha la possibilità di prendersi dei giorni per partire che non siano durante le vacanze estive e invernali.
Ma per tutti coloro che possono scegliere, è bene sapere che se un tempo la vacanze in bassa stagione erano solo per i pensionati, ormai da anni in tanti hanno capito che in realtà, viaggiare in bassa stagione, ha moltissimi vantaggi. Eccone alcuni:

1. Più economico
I voli e i viaggi subiscono quasi tutti un aumento nell’alta stagione a causa proprio dei voli che arrivano ad avere cifre stellari. Un viaggio in bassa stagione permette di dimezzare i costi, non presenta supplementi e i voli stessi possono costare le metà.

2. Meno affollamento
Quanti sono i posti da sogno che poi venivano puntualmente rovinati dalla troppa folla di gente?
Evitare questo problema non è sempre possibile, ma là dove si riesce, è altamente consigliabile.

3. Niente compromessi
Dal momento che la gente viaggia meno, c’è un’ampia scelta di alberghi,strutture o voli che in alta stagione sarebbero tutti al completo.

4. Più libertà
Altro grande elemento: non serve prenotare tutto con largo anticipo e pianificare tutto mesi prima. Si può improvvisare con la consapevolezza che c’è meno gente e dunque il posto si troverà lo stesso.

 5.Ci sono meraviglie che possono vedersi solo in particolari momenti dell’anno

Sappiamo bene che certi luoghi magici sarebbero da vedere e rivedere in ogni periodo dell’anno per poterli vivere a pieno, ma ciò è impossibile nel corso di una sola vita.
Per questo, alle volte, è meglio prevedere di andare in un posto esattamente in uno dei momenti di massima bellezza o per un’occasione speciale.

Dalle mete calde a quelle culturali, passando per i luoghi dove il buon bere e il buon cibo sono alla base dell’offerta turistica,  in autunno ci sono davvero viaggi per tutti i gusti.
Se siete fans sfegatati del clima estivo c’è la ridente Tel Aviv o la magnifica Dubai, se siete appassionati del foliage non rinunciate allo spettacolo di Central Park, a New York.
Ma ci sono anche posti meno conosciuti e da più facili da raggiungere dove lunghe passeggiate si alternano a giornate rilassanti in spa e a degustazioni di vino e zafferano.
Insomma, se avete voglia di partire, ecco i migliori viaggi per questo autunno:

1.Siviglia
In autunno le temperature di quest’area della Spagna sono perfette per una visita culturale e di divertimento: c’è ancora un clima piacevole caldo, ma non afoso come in estate.
Siviglia è la città perfetta per una gita di un week-end, è ricca di luoghi d’interesse turistico e culturale nonché di scorci pazzeschi.
Con più giorni a disposizione, non perdete l’occasione di affittare un’automobile o di salire su un treno ad alta velocità e muovervi per scoprire anche le altre perle dell’Andalusia, in particolare Cordoba e Granada.

2. Marrakech
Affascinante, dalle mille tradizioni e profumi , Marrakech è gettonatissima quasi tutto l’anno.
Per visitarla con tutta tranquillità e meno turisti, l’autunno è il periodo più adatto. Lasciatevi ammaliare dai profumi dei vicoli della Medina, dai piaceri dello shopping di pregiati tessuti, al relax di lussuose spa e ai particolari sapori delle pietanze etniche.

3. Dubai
Qui l’estate non finisce mai e ci si può rilassare tra spiagge candide, cene nel deserto, shopping al più grande centro commerciale, il Dubai Mall, tramonti suggestivi , incredibili safari nel deserto e passeggiate sul cammello.
Se avete qualche giorno in più scoprite anche Abu Dhabi e visitate la Moschea che con le sue luci e i suoi colori notturni vi ammalierà

4. Islanda

Ci sono meno turisti e si possono scegliere accuratamente le strutture dove dormire, senza doversi accontentare delle poche rimaste; i biglietti aerei costano qualche decina d’euro in meno e soprattutto i panorami sono super suggestivi. Se siete fortunati, si può anche già vedere l’aurora boreale.

5. New York
Il foliage della Grande Mela è tra i più famosi del mondo.
Uno spettacolo da non perdere, in particolare recandosi a Central Park ,uno dei posti più suggestivi per scoprire questo fenomeno, con grattacieli e palazzoni come sfondo.
Se poi siete appassionati di grandi città, shopping, buoni ristoranti, musei e tantissimo divertimento… meglio ancora: una fuga a New York fa proprio per voi.

6. Tbilisi, in Georgia
Tra Oriente e Occidente, la Georgia è una delle mete da scoprire assolutamente in questo periodo dell’anno.
Atmosfere ottomane e sovietiche e palazzi decadenti si alternano a bar alla moda, negozi e opere d’architettura contemporanea firmate  da nomi come Fuksas.
Da non perdere  gli angolini della città vecchia, coi balconi liberty e i cortili segreti, il mercato di Ponte Secco, le terme di Abanotubani, gli shop dei giovani stilisti georgiani. L’autunno vi regalerà panorami mozzafiato e un gioco di colori magnifico.

8. Svizzera
Prima di tutto: ci si arriva in treno da Milano.
Dopodiché il cantone del Vallese è tutto da scoprire: ci sono 45 cime che arrivano a superare i 4mila metri, perfette per gli amanti del trekking; invece, per coloro che sono appassionati d’enogastronomia c’è la possibilità di perdersi tra i 5300 ettari di vigne di questo territorio, che è il primo produttore vitivinicolo svizzero.
7. Toscana

Gli alberi cominciano a cambiare colore e le grandi aziende vinicole si preparano a vendemmiare e a procedere con tutte quelle fasi che portano poi alla realizzazione del vino.
In Toscana troverete tantissimi spunti per un weekend autunnale e romantico, senza dimenticare di rilassarvi in una delle numerose spa: avete mai provato la vinoterapia?

9. Perù
Nonostante il suo territorio sia vastissimo e con temperature diverse tra una zona e l’altra, in Perù troverete un piacevole clima primaverile.
Questo viaggio è un po più complesso e richiede una programmazione ben precisa, scandita su almeno una decina di giorni, in cui il consiglio è quello di scoprire i sapori di Lima, una delle mete enogastronomiche più interessanti del momento, Cuzco, Arequipa, Machu Picchu, e Nasca; ma ne vale assolutamente la pena.

10. Tel Aviv
Spiagge e caffè davanti al mare su uno sfondo di edifici coloratissimi e giganteschi.
La capitale di Israele propone anche siti d’interesse culturale e ottimi ristoranti: ad esempio, sapevate che è una delle città più veg-friendly del mondo?
Adesso che c’è anche il volo diretto Roma-Tel Aviv con Ryanair non ci sono più scuse per non partire!

Skipass, #tastethewinter: il salone degli sport invernali

Venerdì 27 ottobre inizierà la 24° edizione di Skipass, il più importante salone degli sport invernali, organizzato da ModenaFiere. Durante tutto il weekend, infatti, il quartiere fieristico di Modena ospiterà un ampio spazio tutto “invernale”, compreso di neve e pista, dedicato alla montagna e agli sport prettamente invernali.

Il programma (consultabile e scaricabile sul sito di Skipass) prevede, infatti, esibizioni sportive, lezioni, alleamenti, premiazioni e show, il tutto in uno scenario innevato. All’interno dell’area espositiva le stazioni esporranno le proposte relative alla prossima stagione sciistica – l’apertura delle piste è prevista per l’8 dicembre -.

Venerdì 27 ci sarà l’inaugurazione del Salone del turismo e degli sport Invernali durante la quale interverranno il Ministro per lo Sport Luca Lotti, il Presidente del CONI Giovanni Malagò e il Presidente della FISI Flavio Roda. Il taglio del nastro sarà assegnato a Christof Innerhofer. Sarà inoltre presentata dall’Assessore regionale al Turismo Andrea Corsini la “Carta per lo Sviluppo della Montagna Bianca italiana”, accompagnato da Isabella De Monte, membro della Commissione Turismo e Trasporti al Parlamento Europeo. Questi sono solo alcuni degli appuntamenti che si potranno approfondire nel programma dettagliato dell’evento di Skipass.

Sabato 28 sarà in programma – tra tutti gli altri eventi – una video premiere Secret Session – Ursus Snowpark di Madonna di Campiglio. La presentazione del progetto video Secret Session prodotto da Funivie Madonna di Campiglio avverrà con la partecipazione di alcuni dei migliori rider italiani snowboard e freeski tra cui Simon Gruber, Marco Grigis, Denis Battisti e Stefano Benchimol. A fine giornata ci sarà, inoltre, un aperitivo offerto al pubblico da Bellini.

Domenica 29 l’evento offre dei corsi di Skateboard per bambini/e e ragazzi/e organizzati dal Team Carpi Skateboard in collaborazione con Jointskateboard. A seguire, nel corso della giornata, si potrà partecipare al corso per la preparazione e manutenzione di sci e snowboard fino ad arrivare alla chiusura dell’evento in serata.

skipass

Tutto questo e molto altro è Skipass, il salone del turismo degli sport invernali dal 27 al 29 ottobre 2017.

Snowboard, freeride, sci, outdoor, freestyle… hashtag dell’evento: # tastethewinter!

Continua a seguirci sul nostro blog e consulta il nostro sito per conoscere tutti i servizi di spedizione di attrezzature sportive!

 

Viaggi in nave: La crociera dei sogni sta per diventare realtà!

La nuova crociera dei sogni sta prendendo forma, come rivelato da Norwegian Cruise Line, la società di navigazione norvegese, ad oggi tra i maggiori operatori del pianeta nel settore delle crociere.

Le caratteristiche del nuovissimo Norvegian Bliss, il nome del nuovo colosso dei mari,  metteranno in risalto i principi in cui si riconosce la Norwegian Cruise Line, ovvero libertà e flessibilità.

Con un peso lordo di circa 167.800 tonnellate e una capacità di 4.000 passeggeri, il norvegese Bliss è attualmente in costruzione presso Meyer Werft, Papenburg (Germania) e la consegna è prevista per la primavera 2018.

Il CEO della Norwegian Cruise Line ha affermato che sarà la nave più incredibile mai progettata fino ad oggi. L’ampliamento delle esperienze che il cliente potrà fare all’interno della nave contribuiranno ad elevare il livello di comfort e divertimento a bordo. Grazie ad una delle flotte migliori al mondo e alla creazione di nuove attività, come il più grande ippodromo e l’immensa varietà di punti di ristoro, i passeggeri godranno della migliore esperienza di crociera possibile.

Tra le tante novità a bordo c’è anche la possibilità per i passeggeri di pedalare veicoli elettrici su una pista elettrica a due piani. La pista, la più lunga in mare aperto, permette di scegliere quattro impostazioni di diversi livelli di velocità per i piloti principianti, intermedi ed esperti, che potranno raggiungere le 30 miglia orarie con una speciale “boost turbo” disponibile ad ogni turno.

I veicoli elettrici saranno però del tutto silenziosi, in modo tale da non disturbare coloro che desiderano godersi un ambiente tranquillo.

Per rimanere in tema di divertimenti, verrà istallato un circuito di combattimento laser esterno dove i passeggeri potranno provare la loro agilità.

I passeggeri più “tranquilli” potranno,invece, trascorrere il tempo prendendo il sole e rinfrescandosi nella grande piscina e solarium della nave, che comprenderà ben sei vasche idromassaggio sui lati della barca.

Gli ospiti più piccoli potranno divertirsi,invece, nel per bambini comprendente due scivoli d’acqua multipiani. I ragazzi avranno un ottimo soggiorno presso la Splash Academy,programma che offre attività di supervisione e di età per bambini dai 3 ai 12 anni.

Anche i passeggeri più piccoli, di età compresa tra sei mesi e tre anni, avranno uno spazio specifico in cui i coordinatori organizzeranno attività e giochi sensoriali. In linea con la sua programmazione giovanile, il norvegese Bliss offrirà una vasta gamma di attività familiari per gli ospiti, tra cui il ballooning, i giochi interattivi e il Family Glow Party.

E infine, ma non meno importante, verrà offerta una ampia varietà gastronomica,in grado di accontentare tutti i gusti, come il nuovo Texas Steakhouse, un nuovo ristorante specializzato in loco che serve autentici piatti di barbecue texani. Insomma noi siamo impazienti di farci un giro in nave! e voi?

BlaBlaCar e Google Maps: La nuova alleanza per viaggi sempre più low cost!

Tra le più recenti novità in fatto di viaggi, troviamo il recente accordo tra BlaBlaCar, il più famoso sito di car pooling mondiale e il colosso Google.

Il 22 agosto scorso BlaBlaCar ha firmato l’alleanza con Google Maps per poter comparire, insieme alle altre soluzioni d viaggio, nella categoria di trasporti pubblici proposti dal servizio di cartografia della società americana.
Già in passato, la società francese, che propone la condivisione online di auto fra privati, ha fatto tremare le Ferrovie francesi. Grazie ai suoi percorsi a prezzi inferiori rispetto ai treni, che invece proponevano tariffe piuttosto elevate, la piattaforma online è riuscita,infatti, a strappare alle ferrovie grandi fette di mercato e con la recente partnership minaccia di estendersi ancora di più.
Con tale accordo i viaggi in carpooling condivisi su BlaBlaCar sono ora integrati tra le modalità di trasporto consigliate dall’app Google Maps. L’azienda americana spiega che l’inserimento di tale alternativa non è altro che il sintomo che il diffondersi di questa nuova modalità di viaggio sta prendendo il sopravvento. I dati dimostrano che solo in Italia per le partenze di inizio agosto sono stati offerti sulla piattaforma oltre 260.000 posti per tutte le destinazioni di vacanza.

La collaborazione tra Google Maps e BlaBlaCar è globale verrà gradualmente estesa ai 22 Paesi in cui BlaBlaCar è presente. Secondo Philippe Cayrol, Head of Partnerships di BlaBlaCar, questa collaborazione è una notizia d’oro per tutti gli utenti che potranno così scoprire o ritrovare una diversa soluzione di viaggio, molto più economica e decisamente più divertente. In questo modo il trasporto del futuro sarà multimodale e integrato.

Dall’altro lato, Google aggiunge che lo scopo principale è quello di suggerire agli utenti le migliori soluzioni di trasporto per ogni viaggio e mostrare le offerte di passaggio disponibili su BlaBlaCar contribuirà ad ampliare la scelta dei mezzi di trasporto a disposizione di chi viaggia. Tale processo sarà utile a semplificare il processo per tutti coloro che sceglieranno di viaggiare con Blablacar e che vorranno prenotare il loro posto in auto direttamente dall’app.

Google ha già concluso in precedenza ulteriori collaborazioni con Uber, Lyft, MyTaxi ecc. ma Blablacar è il primo per le lunghe distanze. Per questa collaborazione, che contribuirà notevolmente alla crescita di tale app, Google riceverà commissioni sul surplus di attività generata senza che questo faccia però aumentare il prezzo delle tariffe per i privati.

 

Volare conoscendo i propri diritti

Quante volte all’anno saliamo su un aereo per piacere o per lavoro? Tantissime! Ma chi conosce davvero i propri diritti una volta saliti a bordo? Pochissimi! Quindi ecco una piccola guida sui principali diritti dei viaggiatori del cielo.

Le voci di costo devono essere esplicite?

Sì, le compagnie aeree sono tenute ad indicare il prezzo finale del biglietto. Non solo, ogni singola voce di spesa deve essere chiaramente indicata quindi il prezzo del biglietto, le imposte, i diritti, i supplementi e tutte le relative commissioni deve essere notificata al cliente. Nonostante questo a volte le compagnie low cost non sempre seguono tale indicazione.

 

Cosa succede se arrivate in ritardo all’imbarco?

Nessuna via di uscita in questo caso per i ritardatari cronici. Infatti, nel caso in cui ci si presenti in ritardo all’imbarco non si ha nessun diritto di salire a bordo. Gli orari indicati devono essere rispettati. Presentarsi al check-in in orario potrebbe salvare la vostra vacanza.

 

 

 

E se il volo viene cancellato?

Ecco quando i diritti dei viaggiatori del cielo tornano davvero utili.  Si ha diritto al rimborso nel caso in cui il viaggio non venga effettuato. Il rimborso può avvenire tramite rimborso integrale del biglietto oppure si viene imbarcati su il primo volo alternativo libero. Nel caso in cui foste già in aeroporto e sceglieste la seconda opzione avreste diritto a pasti e bevande spesati dalla compagnia aerea, in proporzione ai tempi di attesa previsti, in caso il volo fosse il giorno successivo avreste diritto al pernottamento. Inoltre avreste il diritto di effettuare due chiamate telefoniche.

Che succede se si perde la coincidenza a causa di un ritardo?

Se i voli fanno parte di una prenotazione unica allora la compagnia aerea è tenuta ad offrirvi due soluzioni. La prima soluzione è il rimborso del biglietto ed un volo di ritorno all’aeroporto di partenza. Mentre la seconda invece è l’imbarco sul primo volo successivo per la destinazione finale il giorno stesso oppure in una data seguente a vostra discrezione. Nel caso in cui arriviate alla destinazione finale con un ritardo di 3 ore o più avete diritto ad un risarcimento. Nel caso i voli non appartengano alla stessa compagnia area non avete diritti a rimborsi o agevolazioni.

 

Bagaglio smarrito o danneggiato? 

Vi hanno danneggiato, smarrito o consegnato in ritardo dalla stiva il vostro bagaglio? Avete diritto ad un risarcimento fino ad un massimo di 1.200 euro. Il reclamo deve essere presentato per iscritto entro 7 giorni dalla consegna del bagaglio, nel caso in cui venisse danneggiato e poi bisogna provarne il contenuto. Nel caso in cui il bagaglio viene consegnato in ritardo la richiesta scritta deve pervenire entro 21 giorni.

Il nuovo sport dell’estate: il SUP!

Il SUP è il nuovo sport estivo per eccellenza. Scopriamo insieme esattamente di cosa si tratta: una tavola da surf e un remo.

Questo sport ha iniziato ad appassionare gli sportivi, e non, circa tre anni fa e adesso ha conquistato quasi tutti. Gli stabilimenti estivi che offrono servizi di canoa, surf e moto d’acqua infatti si sono adeguati ed ora offrono anche il SUP con loro grande successo.

Il SUP è a metà fra il surf e la canoa, quindi coinvolgendo numerosi muscoli è perfetto per abbronzarti e tonificare allo stesso tempo! Inoltre quando il caldo diventa insostenibile ci si può sempre tuffare in acqua per rinfrescarsi un pochino. Inoltre non è necessario stare al mare, basta uno specchio d’acqua per questo è perfetto per le vacanze estive. Se hai con te una tavola da surf ed un remo che tu sia in montagna su un lago oppure in mezzo ad un canale hai tutto ciò che serve per divertirti!

L’unico vero requisito è saper nuotare, altrimenti potrebbe essere rischioso immergersi nelle acque.

Si scioglie lo Stelvio: niente ferragosto sulla neve!

Gli appassionati di sci, quelli veri, anche d’estate non rinunciano ad una sciata. Numerose persone infatti trascorrono il ferragosto in alta Valtellina, al confine con la provincia di Bolzano. Peccato però che quest’anno il caldo africano stia prepotentemente mantenendo le temperature a livelli elevati. I ghiacciai infatti ne stanno risentendo. La neve si scioglie a gran velocità sulle Alpi.

Il comprensorio sciistico dello Stelvio, tra Lombardia e Trentino Alto Adige, ha sospeso il servizio per il periodo estivo proprio per la mancanza di neve.

C’è possibilità di miglioramenti? Albergatori e appassionati lo sperano, infatti dovrebbe arrivare una perturbazione dal nord Europa che dovrebbe far scendere le temperature. Al momento l’escursione termine inesistente durante la notte e lo zero termico a 4.500 metri mette a rischio anche la staticità dei impianti.

Quindi se le piste sono diventate troppo pericolose non rimane che sciare sull’erba a Sansicario, sulle piste torinesi!

Scroll to top
1
Ciao! 👋
Come possiamo aiutarti?
Powered by